A Scuola di Budo e "Sushi Party" con SOKE FUMON TANAKA

Cormano e Gorgonzola 7/8 Maggio 2006

A scuola di Budo

E’ una settimana che Shike GSB, e  collaboratori “accompagnano” ai vari incontri,  Soke Tanaka e delegazione Giapponese.

Veneto, Slovacchia, Puglia, Campania, per finire con lo stage di Cormano (MI) al centro sportivo di via Europa, il 7 maggio 2007.

Nella calda serata primaverile, tutto è organizzato con cura…,Spartaco Bertoletti, non si smentisce,   presenti gli “organizzatori” un’ora prima del keiko: Natascia Bertoletti alla “reception”, “uno Shike” super attivo (..come sempre del resto..), Soke Tanaka alle prese di attestati e firme, un agitato Sensei Cattaneo, si cura dell’esposizione delle armi, Shomen, ordine ecc..!

I partecipanti (sempre troppi per il “vero Budo”), si preparano alla vestizione, indirizzati dai consigli di GSB ed esperti; l’abbigliamento nel Ken Jutsu e “Arti del Samurai”, è di fondamentale importanza, tutto deve essere curato nei particolari, niente è lasciato al caso: la “via del Guerriero”, è arte, cultura, scuola di vita e di pensiero…di fronte a Soke Tanaka e Okino Taeko, ci si deve presentare con fierezza, dignità, rispetto!

“Fumon Tanaka, L’ultimo Samurai ed il Bushido”, recita una locandina di presentazione del Soke; di fianco alla Sua immagine, quella di Shike GSB,  le “Loro famiglie” si sono unite, ne nasce un’indefessa collaborazione, ma specialmente, un forte e convincente legame, una sana e salda amicizia!

Fortunatamente, anche Noi del Team GSB, raccogliamo (indegnamente), i “semi piantati” da quell’instancabile onnipresente uomo che è Shike Spartaco

Bertoletti.
Maestro dal carisma eccezionale è Soke Fumon Tanaka, la Sua cultura sul Bushido è immensa, la fama ha raggiunto tutti i continenti del nostro tormentato pianeta; a partire dal Saho di apertura si “coglie” la sua decisa e pragmatica presenza!

Il “saluto alla Katana”, le prime estrazioni, kihon e i kata di base nelle posizioni shizentai, sono “curate” da Shian Okino, che con l’aiuto di GSB, si prodiga nelle correzioni delle posture dei presenti, senza tralasciare i più piccoli dettagli.

L’entrata in scena di Soke Tanaka, è come un “fulmine a ciel sereno”; i tempi si accelerano, i comandi si amplificano, le tecniche proposte sono, decisamente, più complesse e faticose.

Posizione della gru, accosciata completa, seduti a terra , camminando, la spada si estrae nei metodi più disparati e…tanti, tanti consigli, riferimenti storici e filosofici…ma, come dice “lo Shike”, “il tempo ci è nemico”, è ora di finire, dopo il Saho di chiusura, la consegna degli attestati, le onorificenze, foto, strette di mano, abbracci;  è tardi, e ancora, come sempre, il Sayonara party.

Ad orario improbo, i ristoratori ci aspettano, ed il gruppo del Maestri ed Allievi, attende la “ripresa della lezione” sul tavolo imbandito.

Tra i piacevoli gusti delle vivande le allegre battute, ricordi di storie di vita, Soke Tanaka subissato da domande di chi gli è attorno, con gentilezza e pazienza, risponde sforzandosi di far capire il “senso delle affermazioni”, “vivere il Bushido” sentire le “similitudini” di un “Samurai del XXI secolo”!

Cento, mille, sarebbero le domande, tante quanto i mesi, gli anni necessari per imparare.

La mente naviga già al prossimo incontro con il Soke, ogni qualvolta, non è “solo lezione”,  ma un’esame, il comprendere quanto  e cosa si è assimilato della “Scuola di Budo”.

 

GSB Team Component

Michele Julitta