1°  Stage  Arti  Marziali

USAcli  Piemonte

 

 

Cronaca di uno Stage

 

L’USacli, Ente di promozione sportiva Nazionale, aggrega nel proprio organismo, settore Arti Marziali, federazioni del calibro di Fikta/Fesik/Wjjko, ed altre..!

Con il Maestro Michele Julitta, il coordinamento Piemontese, si spinge verso la “prima avventura”.

Domenica 24 settembre 2006, si organizza al Oleggio (Novara), il 1° Stage Arti Marziali USacli Piemonte, il motto: promozione, aggregazione, confronto.

Con queste prerogative, docenti di varie organizzazioni si sono trovati, formando, con i relativi atleti, circa cento presenze, non poche, considerando il fatto che alcuni dojo  hanno ripreso da poco, ed i calendari federali sono già carichi di impegni.

Cito, primo fra tutti, Shike Giacomo Spartaco Bertoletti, che,  con alcuni collaboratori ha dato vita ad un Keiko di Ju Jitsu e Ken Jutsu, alla portata di tutti.

Sempre in primo piano, Sensei Bertoletti assistito dal M° Luigi Cattaneo, con la simpatia e determinazione che lo contraddistinguono, ha seguito cinture bianche e tecnici tra i quali Walter Tagliaferro e Corrà (Aics Nazionale), che con umiltà si sono prodigati nell’allenamento e per la buona riuscita della mattinata.

Pasquale Di Pinto tecnico Vercellese di Aikido, ha silenziosamente insegnato la disciplina, testimoniando lo spirito della manifestazione.

Francesco Palandri, USacli Karate Fudokan nazionale, si è cimentato in una seguitissima lezione di Kobudo: Bo, Nunchaku, Tonfa, le armi analizzate diligentemente con i presenti.

Il parquet del Palasport, riservato alla disciplina con più numeri, il Karate, ha visto “passarsi la mano” tecnici di prestigio:

Valerio Polello, Fikta Piemonte, Mario Fantozzi Presidente Fesik Piemonte, il più anziano(80 anni) karateka in attività, è proprio il caso di dire, “il karate si può praticare a qualsiasi età”!

Pierangelo Serra, responsabile nazionale Shito ryu Fesik, Paolo Russi, Coordinatore Karate USacli Piemonte coadiuvato da Luca Simotetti, Fesik.

Non dimentico, Vito Marassoli e Salvatore Strummiello, tecnici impegnati a seguire diligentemente i docenti con volontà…complimenti, così  si praticano le Arti Marziali.

La veste di organizzatore, non mi permette di impegnarmi nell’allenamento, tra una corsa e l’altra, Sensei GSB, sapendo quanto ci tengo a lavorare con il Keikogi , dice: “ Michele, bene, tutto bene, complimenti,..ne so qualcosa di quanto si soffra non potendosi allenare,..vai pure, è OK”! Mi viene in mente, in oltre trent’anni, quanto ho cercato per trovare un Maestro che comprende…ma torniamo alla cronaca!

Oltre tre ore di allenamento, interventi di alto livello dei docenti, i caldi parterre del Palasport si “arroventano”, prima di finire Sensei Bertoletti e collaboratori si cimentano nel suemonogiri (taglio del bambù).

Un breve intervento per spiegarne la pratica; un successo, tanti applausi, molte domande!

E’ bello vedere i volti felici dei ragazzi alla consegna del gadget, la maglietta ricordo dello Stage.

Alla foto di gruppo per i giornali, si pensa i prossimi incontri, ottobre è tutto un impegno, ci aspetta un anno di estenuante lavoro; gioie e dolori, tante emozioni…andiamo avanti, ricordando che gli Insegnanti, sono “lo specchio per i principianti”, è dura, lo so, ma il gruppo dei tecnici che ho visto lavorare “riflette splendidamente”!

Grazie a tutti

Michele Julitta