AS SPORTING CLUB OLEGGIO

US Acli Novara

KARATE TRA I MONTI

 

GUARDA LE FOTO!!!!

Da tempo in programma l’incontro/allenamento tra i monti della Val d’Ossola, precisamente nel Comune di Pieve Vergonte fraz. Rumianca, Alpe Colla località Crup; invitati alla baita dei fratelli Dorio, Leonardo e Lorenzo, già collaboratori dello Sporting Oleggio.

Organizzato per sabato e domenica 3-4 luglio, si parte nel primo pomeriggio.

A Pieve Vergonte, inizia la salita con la Jeep (circa 30 minuti).

Lo spettacolo naturale si fa subito intenso e affascinante.

Da 890 m. slm, prima “scarpinata”,  per arrivare alla baita, a m.1070.

Per i trenta minuti di salita, non tutti si sono organizzati adeguatamente; la camminata si fa piuttosto dura per i neofiti della montagna, comunque visto che, chi più chi meno, non siamo proprio delle sig..e, arriviamo, personalmente a carponi con la “lingua di cane”, alla meta.

In loco, Giuseppe, papà Dorio, ci aspetta con lo spuntino; pane, vino/birra, salamino e pancetta, niente male come inizio, visto che tutti si avventano sul vitto, con avidità…già i primi segni della nota “pazzia del karatekas” si notano…

Dalla baita si osserva la bellissima vista sulla valle, Giuseppe e i Fratelli Dorio, fanno da ciceroni, proponendoci una “panoramica del luogo” ed indirizzandoci ai servizi che il ritrovo ci offre.

…Mens sana in corpore sano…Leonardo, ci propone la seconda “escursione”, alle cascate Mazzichera a m.1200.

Splendido il tragitto, con qualche difficoltà, in special modo per i bambini del gruppo, Simone/Edoardo figli di Lorenzo e Riccardo di Leonardo.

Ma,  abituati da anni a “camminare tra le montagne”, se la cavano meglio di noi.

Arrivati sul posto, una bellissima cascata, divertimento e qualche cazzata… niente pratica di “vero karate”. All’appello:

Lorenzo e Leonardo Dorio, con Riccardo, Edo e Simone, Michele, Graziano, Denis, Alberto, e i giovanissimi , Marcello e Domenico.

Cadute, scivoloni, e tanta, tanta acqua, …piuttosto fredda!

Immancabile il bagno sotto la cascata!

Meno impegnativo il ritorno alla baita, all’arrivo, dopo la doccia fredda e la toilette personale, la cena. Pasta, grigliata di carne a volontà, non manca il vino e la birra, che, devo dire, vengono versati a litri .

Si conclude, a tarda  notte dopo una “seduta di training autogeno”, che ha dato modo ai presenti di approfondire la  conoscenza del  proprio carattere, e soffermarsi a chiarire argomenti prima mai trattati.

Sveglia alle sei…dopo colazione, il gruppo con a seguito Simone, si avvia per Punta Colle m.1326.

“Un’arrampicata” niente male…,per i “dilettanti della montagna”, una fatica bestia!

Il panorama è stupendo, ci si sofferma a tastare il terreno, per non fare spiacevoli incontri (vedi, vipere..),e  per  trovare “spazi” adeguati per l’allenamento di karate…purtroppo il terreno è piuttosto critico, ma per due ore si pratica “come si può”!!

Ginnastica preparatoria, kihon kumite, kata fudokan e tecniche a contatto, proposte come metodo per acquisire ischi/kettei (volontà/determinazione)!

Al ritorno, prima di pranzo, una lezione teorico/pratica di Kyudo (la via dell’arco)antichissima arte marziale di origine Nipponica.

Lorenzo, che ha praticato per anni questa affascinante disciplina, ci diletta con una “relazione” accompagnata da una serie di domande dei presenti e dal classico “tiro di prova” per tutti.

Dopo il pranzo, piuttosto carico, visto i soggetti con cui si ha a che fare, le ultime cose, i doverosi saluti e ringraziamenti, e purtroppo, la discesa!

In tempo è volato…, sarebbe meglio allungarne la durate…ma i problemi sono sempre troppi, comunque un grazie di cuore a tutti i presenti; alla prossima!!

Michele