GSB Team

Somma Lombardo 10 Maggio 2008

MUDANA  KEIKO

 

A Rita Casolo Ginelli, Gabreiele Caccia ed Ezio Gheno, il compito di organizzare l’incontro periodico del GSB Team, sabato 10 maggio 2008 al dojo Roshindo di Somma Lombardo (VA), cittadina in prossimità dell’aereoporto Internazionale di Milano Malpensa.

Presenti all’appello, oltre ai sopra citati: Sensei Luigi Cattaneo, Angelo Balconi, Stefano Draghi, Michele Julitta, Francesco Palandri, Gianfranco Camerini, Tino Bergomi, Giuliano Garbuio, Denis Sacchi, Massimo Manicone; inoltre, Enrico e Diego, cinture colorate del club organizzatore, ed il ns TrainerMan (energico, gaio, piccante,.. non so più come definirlo), Shike Giacomo Spartaco Bertoletti.

Si inizia, e precisa lo Shike: “keiko significa, allenamento marziale, ed ha un senso filosofico nei confronti di renshi, allenamento sportivo”; “i 500 piegamenti sulle braccia per i deshi (studenti) ritardatari, non hanno una funzione punitiva, ma è il modo per autoregolarsi, rendersi conto dell’importanza del tempo, disciplinare il proprio IO”!

..Dopo gli esercizi di mobilizzazione (jubin taiso), e kokyu (respirazione), si procede con le “mani nude”.

Oltre due ore di intenso lavoro: il ju jitsu wjjko (Tagaji Yoshin ryu-GSB-), è molto impegnativo; Shike GSB sviluppa l’Ichi no Kata, con tecniche di atemi, nage, kangetsu waza, per concludere a terra (ne waza) con particolari chiusure (katame waza)!  Anche i più esperti Jutsuka sono in difficoltà!

Si impugna il bokuto con l’esecuzione di tecniche di proiezione,  mae e ushiro ukemi.  L’impegno di tutti è grande, quanto la difficoltà nell’eseguire le cadute con l’ingombrante fodero e spada di legno;..figuriamoci quando gli esercizi vengono effettuati con saye originali e “lame artigianali affilate”..!

Con gli iaito, il kata hidari san ten (“la via dell’acqua”): “tutti a fine lezione eseguiranno il kata per l’esercitazione del taglio del bambù”. Il messaggio, arriva “forte e chiaro”; nonostante la fatica si faccia sentire, l’impegno è al massimo, e dopo innumerevoli batto e notto, si passa alla “pratica vera”, il suemonogiri!

Si accettano scommesse sulle riuscite: cosa non si fa per finanziare il Team!

Il keiko è finito, le ore a disposizione non sono sufficienti per svolgere il programma previsto, “i compiti del discepolo (ushi-deshi) sono molti, la formazione è piuttosto laboriosa”..sono parole di Shike GSB, che rimanda il tutto al prossimo incontro..!

 Cosa dire…”In magnis et voluisse sat est” (Nelle grandi cose anche l’aver voluto è sufficiente)!

 

Michele Julitta

GSB Team Component