Tour in Svizzera

 

Tour in Svizzera

 

Sabato 13-11-10, una piccolo gruppo di karatekas Italiani, ha partecipato allo stage internazionale di Solothurn (Svizzera Tedesca), diretto dal Proff. Ilija Jorga, Soke (caposcuola) 10° dan, del Fudokan Ryu, stile da “lui stesso” codificato, e riconosciuto dall I.T.K.F, e dal proprio charmain (ora scomparso) O Sensei Hidetaka Nishiyama.

La “delegazione”, composta dal  sottoscritto (Shihan Michele Julitta), il Maestro Toscano Tony Del Carlo, i Maestri Milanesi Samantha Vitanza e Bossi Valentina, e aggregata all’ultimo minuto, il 1° kyu, Federica Stacciari.

Una “rimpatriata”, come l’ha definita il Maestro Del Carlo!

Questo incontro, nasce dal rapporto di comunicazione esistente tra Me, Del Carlo ed il Presidente della Federazione Mondiale di karate Fudokan (World Traditional Fudokan Shotokan Karate Federation: www.fudokanworld.org) Jonel Bara.

Innegabili sono le qualità del Proff. Ilija Jorga, come quelle del Fudokan ryu, di cui si è parlato anche poco, visto il proliferare che ha avuto, in special modo nell’est Europeo.

Attualmente, ed è stata la novità della giornata, il Proff. Ilija Jorga, è l’unico “bianco” (Il Professore è Serbo, di Belgrado gli altri sono “rigorosamente Giapponesi”), nominato nel gruppo degli  SHIHANKAN (casa dei Maestri da imitare), della International Traditional Karate Fereration, associazione fondata negli anni ’80 da O Sensei Nishiyama, attualmente la più numerosa e potente organizzazione mondiale di karate che promuove il “tradizionale”!

Che dire, nonostante la sfacchinata, abbiamo percorso i 400 km di distanza (andata) per “rivedere” una Maestro dotato di eccezionali qualità tecniche e comunicative, in un solo giorno (per fare assolvere i miei impegni di domenica 14)…tutto ha funzionato a dovere!

Jonel Bara, ma specialmente il Proff. Ilija Jorga, ci hanno accolti con parole di stima e riconoscenza, le poche ore di stage sono state “very good”, con la pregevole traduzione del Professore (che parla 6 lingue) nel “nostro Italiano”. Più volte Shihan Jorga si è rivolto al gruppo ed “esternato” il proprio verbo in modo comprensibile.

La tecnica a “dir poco eccezionale”, il ricordo di Ilija (scusate se mi permetto di chiamarlo così), scoperto, almeno da parte Mia nel 1993, in uno stage di una piccola associazione Italiana è ancora vivo, e sono rimasto letteralmente di “stucco” quando ho rivisto (sono passati 10 anni dall’ultima volta, e per sette ho collaborato con il Professore) applicare il “Suo” kime, la rotazione dell’anca, la vibrazione, come solo Lui riesce a fare (a 70 anni suonati). Per tutti, è sembrato incredibile, il Proff. Jorga deve aver fatto un patto con il diavolo!

Inoltre la proposta di un’applicazione di Tekki shodan, risulta validissima, intrecciando e cogliendo momenti di Karate tradizionale, Goshindo e vero Budo!

  

Concludo sapendo di esprimere le parole di tutti: “sentire, percepire, il forte carisma del Proff. Ilija Jorga, quel rimanere basiti davanti ad i Suoi movimenti e cercare di farli nostri, è bastato per arrivare alla sera, nonostante le ore di viaggio e la fatica, per andare a letto sorridenti e soddisfatti”!

 

Shihan Michele Julitta