Keiko e PARTY a OLEGGIO

 

6° Gassaku Budo Oleggio 2011

 

E’ al sesto anno, l’edizione del Gassaku Budo/Party organizzata da Shihan Michele Julitta presso il centro sportivo gestito dall’ASD Sporting club in via Castelnovate di Oleggio.

L’evento, è stato segnato dal maltempo;  domenica 17 luglio, forse è vero che il “17” non porta bene…

Ma nulla toglie all’incontro dal punto di vista tecnico/aggregativo, obbiettivo della giornata, certamente positivo.

Hanno aderito all’invito i Budoka:

Denis         Sacchi

Marco        Malandrino

Pasquale    Napoletano

Giovanni    Occhipinti

Pietro        Occhipinti

Alfredo      Centis

Mauro        Carnelli

Innocenzo  Guastamacchia

Flavio        Cugnasco

E’ doveroso testimoniare l’aiuto che l’amico Martino Cerutti ha dato per la buona riuscita dell’evento; il venerdì pomeriggio precedente all’incontro dedito alla ricerca e recupero del bambù, da utilizzare per l’allenamento del suemonogiri.

Il keiko ha inizio, visto il tempo improbo, sul tatami del dojo Oleggese, alle 9,00, in perfetto orario.

La prima parte dell’allenamento è dedicata al Goshindo/tai jutsu, con la rivisitazione delle tecniche di kihon, ukemi waza, shodan ukemi kata, e komiuchi, con cinque esercitazioni, comprendenti atemi, kangetsu e nage waza.

Le tecniche sono provate più volte. La proposta di Shihan Julitta è di riprendere le tecniche allenate durante l’esibizione che si terrà a Caldè il 25/09 prossimo.

Pur essendo una giornata piovosa, il caldo umido risulta essere fastidioso, ed il keiko alquanto faticoso.

Si concedono pochi minuti per ricomporsi ed impugnare gli iaito.

Cinque i kata Seitei studiati: mae, nuki uchi, uke nagashi, ushiro, kesa giri !

Non manca il maneggio della spada, con l’esercitazione di alcune tecniche di Koden Henshin ruy, scuola di Soke Fumon Tanaka, con l’obbiettivo di avviare gli studenti al tradizionale taglio del bambù.

E’ tardi, Lorenzo è arrivato; allievo di Julitta anni 90’, (Lorenzo Dorio acquisisce la qualifica di Istruttore e cn 2° dan di karate), e praticante per oltre un decennio, di Kyudo Heki ryu, ha raccolto la richiesta dello Shihan, caricato l’auto di arco , frecce e bersaglio, accompagnato dai suoi due figli, per un modulo di insegnamento/avviamento al tradizionale tiro con l’arco Giapponese.

Trasferiti sul parchetto delle scuole Medie, in pratica piano superiore del dojo dello Sporting, nonostante il maltempo, piove a placche per tutto il tempo, Lorenzo propone ai presenti il proprio bagaglio tecnico. Ognuno avrà modo di esercitarsi al tiro in piedi, affrontando tutte le problematiche e le squisitezze tecniche. Nel contempo si avrà occasione e modo di allenare tecniche di “taglio pratico”.

I bambù saranno sufficienti per “provare” i tre esercizi base di taglio; mato giri (verticale), kesa giri (diagonale), gyaku kesa (inverso).

Non pochi problemi per la foto ricordo finale,..i flash richiesti dall’automatismo dell’unica fotocamera, hanno esaurito la batteria..ma come sempre, si riesce a “cogliere il coniglio nel cappello”, con la videocamera di Giovanni, si riesce a impressionare un’immagine del gruppo per l’archivio dello Sporting club.

Con il party finale,  gogliardia, e bun bu ittai (cultura e tecnica).

Alla prossima edizione