Keiko "Master" BUDO

 

KEIKO BUDO

 

Domenica 22-05-11, il primo gassaku per i corsisti del  Budo “Master”.

Con la partecipazione e collaborazione di tecnici ed esperti marzialisti, che nel 2010, hanno ottenuto la qualifica di “trainer di Budo” con il corso preposto, programmato e diretto da Shihan Michele Julitta e M° Denis Sacchi e  organizzato dalla Feika sodalizio Presieduto da Fabrizio Baratelli.

Il 1° keiko all’aperto del 2011, si svolge nella splendida cornice del parchetto Scuole Medie di via Castelnovate in Oleggio.

Presenti al keiko:

Alfredo Centis

Mauro Carnelli

Innocenzo Guastamacchia

Pietro e Giovanni Occhipinti

Assente per problemi alla caviglia il Luinese Flavio Cugnasco

Direzione tecnica;  Shihan Michele Julitta.

Sotto un sole cocente, si prepara l’attrezzatura necessaria per la consueta foto.

Iaito, shinken, bokuto e bambù, pronti e precedentemente assemblati per l’uso, e per lo spettacolare suemonogiri il rito del taglio del bambù.

Si inizia con il goshindo tradizionale Giapponese, se vogliamo, tai jutsu, o combattimento a mani nude. Con la conduzione  di Shihan Julitta, è facile operazione  “spaziare” dalle tecniche di goshindo, al ju jutsu, karate e aikijutsu!

All’aperto è necessario cercare il terreno ideale, a piedi nudi, da “veri Samurai”.

Si provano un considerevole numero di tecniche; grandi rotazioni, kawashi waza e tai sabaki non si contano;  tecniche di bloccaggio, kangetsu, atemi, vengono studiati e rivisti più volte, con grande interesse ed attenzione di tutti i praticanti.

Il tempo vola, è dunque importante avere le basi per la pratica del kenjutsu.

Si impugnano i bokken, con il komiuchi (scambio di tecniche), si odono le stoccate; i forti urti provocati dall’incontro dei bokken, incuriosiscono i pochi passanti che, meravigliati, o spaventati, sgranano gli occhi come se avessero visto i marziani!

Pensandoci.., non è cosa da tutti i giorni, vedere dei tizi, che con abbigliamento atipico, si prendono a bastonate di domenica mattina, e per altro, all’aperto ed in un “camp scolastico”…i tempi cambiano, cosa nel 2011 può essere definito normale?!

E’ l’ora di praticare iaido; Julitta propone tre kata seitei!

Le forme vengono vagliate e valutate a menadito.

 Intanto sul posto giungono i fotografi dell’EIDOS, la neonata associazione Fotografica Oleggese, saputo dell’evento, sono venuti per testare la loro abilità, con la volontà di fermare l’immagine sulla lama della katana che taglia il bambù.

Il rito tradizionale del taglio di bambù, praticato da anni da Shihan Julitta ! L’esercitazione è stata direttamente insegnata e promossa da Soke Fumon Tanaka, noto budoka  Giapponese conosciuto tra i marzialisti in ogni parte del globo.

Molte le prove ed i tentativi, i praticanti sono ancora nella fase di apprendimento tecnico, ma fanno del loro meglio!

Alcuni bambù vengono tagliati, lo spirito è salvo e saldato!

Il rumore degli otturatori, stimola i Budoka, e dopo tanti tentativi, si chiude con la foto di gruppo. Tutti felici per aver intrapreso un altro keiko…tanta tecnica e cultura, un altro passo avanti alla “ricerca del Budo”!